DESIGN

Negli spazi, immaginati da Claudio Liu e progettati dall’architetto Maurizio Lai, i richiami alla tradizione millenaria della ristorazione giapponese si alternano a elementi contemporanei e design inediti. Un maestoso setto in porfido grigio verde, proveniente dall’unica cava al mondo in Trentino, separa il sushi banco dalla sala del ristorante, distinguendo visivamente le due esperienze. Gli stessi principi di eccellenza e unicità che ispirano la duplice proposta gastronomica si riflettono nelle finiture in rovere e legno canaletto, nei tasselli in ottone, nelle trame di specchi e negli arredi in cuoio naturale dai toni caldi per creare una serie di ambienti dal profilo identitario molto forte e personale.